Tuesday, 12 February 2013

Pope John XXIII’s prophecies

 

Before the last light, the shepherd will recognise the sign. And the Mother shall has many fathers , all brothers and sisters.

From the soil and water will bloom cathedrals and temples for ancient and new saints, which will have a everlasting name.

But it's already the time for the saints. Everyone speaks the same language.

And they speak to pray to the Virgin and the Saviour. The Kingdom of God comes to earth, he elevates His city, even for those who did not want him.

The first sun lights up the scale of creation. Open your hearts to the lily. The voice will be powerful, as announced by trumpets.

Light from the West, the last light before the eternal unknown. The truth is more simple than everyone has thought, has wrote. It will be a good judgment.

Our Father who art in heaven, hallowed be thy name.Thy kingdom come.

Twenty centuries plus the age of the Savior. Amen.

 

 

 

Prima dell'ultima luce, i pastori avranno riconosciuto il segno. E tanti Padri avrà la Madre, tutti fratelli.

Dalle zolle e dalle acque sbocceranno cattedrali e templi per santi antichi e santi nuovi, dal nome eterno.

Ma è già tempo di santi. Ognuno parlerà la stessa lingua. E la parlerà per pregare la Vergine e il Salvatore.

Il Regno di Dio arriva in terra, si eleva la sua città, anche per chi non l'ha voluto. Il primo sole illumina la bilancia del creato. Aprite il cuore al giglio. La voce sarà potente, annunciata dalle trombe.

Luce da Occidente, ultima luce prima di quella eterna, sconosciuta. La verità sarà più, semplice di quanto tutti abbiano detto, abbiano scritto. Sarà un buon giudizio.

Padre nostro, che sei nei deli, viene il tuo regno. È fatta la tua volontà, in cielo e in terra. Sono venti secoli più l'età del Salvatore. Amen.

http://www.propheties.it/popejohnxxiii.htm

No comments:

Post a Comment